Rassegna Stampa

L'Unione Sarda

In arrivo il taxibus a tariffe fisse

Fonte: L'Unione Sarda
2 aprile 2009

Progetto della cooperativa Quattromori per incentivare l'uso delle auto pubbliche

Se si sale in quattro, meno di quattro euro per l'aeroporto

La cooperativa di radiotaxi Quattromori presenta un progetto al Comune e alla Regione.
Tariffe fisse e taxi collettivo. Ecco la nuova proposta dei soci della cooperativa Quattromori per abbattere i costi e convincere i cagliaritani a lasciare in garage l'auto e usare i loro mezzi. Un progetto presentato al Comune e alla Regione ai quali chiedono un aiuto per la divulgazione dell'iniziativa e una sede più adeguata per le ragazze che lavorano al centralino.
L'INIZIATIVA «L'esigenza di fornire più servizi agli utenti nasce da una precisa richiesta delle maggiori associazioni di consumatori», spiega Cesare Corda, rappresentante della Quattromori che raggruppa 85 soci (in città opera anche la cooperativa Rossoblù, con 20 associati). «La parola d'ordine è una sola: trasparenza. Nelle tariffe e nelle norme di comportamento. I clienti con noi avranno un'arma in più: il suggerimento per eventuali miglioramenti e il reclamo per chi si sente danneggiato. Proteste che potranno essere presentate personalmente, spedite per posta, via fax o cliccando sul sito internet della coop www.cagliaritaxi.com . Un comitato di disciplina analizzerà i consigli e le lamentele e fornirà risposte in un arco di tempo compreso tra le 24 ore e i 15 giorni». Le sanzioni per i soci trasgressori sono pesanti. «Le regole interne - afferma Corda - prevedono in caso di irregolarità una sanzione di 25 euro e una sospensione di tre mesi. Se la violazione viene ripetuta nell'arco di un anno i giorni di differimento diventano 365. Insomma, turisti e cagliaritani devono capire che usare il taxi è conveniente e comodo».
TARIFFE FISSE La prima proposta riguarda l'istituzione di tariffe fisse da e per l'aeroporto di Elmas. «Con 20 euro di giorno e 22 di notte sarà possibile usufruire di un servizio senza sorprese. La città verrà suddivisa in zone e oltre che per lo scalo aereo, il costo della corsa sarà prestabilito anche per i tragitti Stazione Fs-Arst-metro sino agli ospedali microcitemico e oncologico, terminal crociere-Poetto, piazza Matteotti-Poetto».
CHIAMATA CON SMS La coop Quattromori propone un servizio per non udenti che possono prenotare un taxi con un sms.
TAXI COLLETTIVO Per Cesare Corda la proposta del Taxi collettivo è una grande opportunità. «Per andare da piazza Matteotti all'aeroporto con il bus dell'Arst 4 persone spendono 8 euro, 2 a testa. Con il nostro progetto gli stessi passeggeri pagano 15 euro (3,75 a testa), ma senza attese». Stesso discorso per i tragitti per gli ospedali e per le zone balneari. «Un servizio particolarmente comodo anche per i croceristi che potranno così dedicarsi allo shopping o a giri turistici».
TAXIBUS L'idea è rivoluzionaria. «I taxi percorreranno una linea interna nell'area comunale e toccheranno i punti di maggior interesse. Lungo il percorso, a Sant'Elia e in viale La Playa, saranno predisposti parcheggi dove i clienti potranno lasciare l'auto e salire sui taxi. I nostri mezzi si comporteranno come un bus e si fermeranno a richiesta in qualsiasi punto del percorso».
LA SICUREZZA I soci della Quattromori puntano molto sulla sicurezza, loro e dei clienti. «A bordo dei taxi - conclude Corda - verranno installate telecamere che trasmetteranno le immagini al nostro centro radio. In caso di necessità, grazie anche al rilevamento satellitare, polizia e carabinieri potranno intervenire in tempi veramente brevi».
ANDREA ARTIZZU

02/04/2009